top of page
tavola-3-effetto-pittorico_qavAziJd.jpg

Economia

Molti ecovillaggi o comunità hanno fallito nei loro intenti a causa di una cattiva organizzazione economica, a volte seguendo idee estremamente utopiche, altre semplicemente imprudenti.

Molti progetti, infatti, puntano subito sull'agricoltura e le energie rinnovabili ignorando che i costi per raggiungere questi obiettivi sono altissimi, i tempi per portare un terreno ad un raccolto ottimale sono molto lunghi e la manodopera, spesso proveniente da impieghi d'ufficio o sedentarietà deficita nella prestanza fisica e nell'esperienza.

Lo scopo del progetto è quello di toccare ogni obiettivo etico ma solo dopo aver già creato una base solida su cui costruire ideologie cosi profonde.

Inoltre, uno dei nostri obiettivi più importanti, è quello di permettere a tutti di ricoprire il ruolo desiderato per infondere in ogni attività la passione e la meticolosità del lavoratore che la esegue.

 

pie-chart-1569175_1920.jpg

risparmi dei residenti

crowdfunding e altre donazioni

 

finanziamenti europei

Con i siti di crowdfunding stiamo conseguendo una campagna pubblicitaria alla ricerca dei fondi necessari per la realizzazione del progetto ed il sostentamento nella start-up.

Per quanto riguarda invece i finanziamenti europei abbiamo già un nucleo di esperti che si stanno dedicando alla presentazione delle richieste.

social-3064515_1920.jpg

Partendo dal presupposto che non tutti i residenti dispongono di somme da investire ed essendoci una grande necessità di equilibrio da parte di ogni membro il denaro investito da ognuno sarà rimborsato da una percentuale degli incassi del villaggio stesso non appena arriveranno le prime entrate.

CAPITALE INIZIALE

Il capitale iniziale ha tre fonti:

Arcadia è un villaggio olistico, per cui molti dei professionisti che vi risiedono sono operatori olistici, insegnanti yoga, arti marziali e maestri di altre discipline, tutti con esperienza pluriennale. Essi rappresentano sia un sostentamento sociale per l'intera comunità basato sull'equilibrio e l'armonia interiore che una importante fetta di guadagno per l'economia di Arcadia.

Questi esperti di varie discipline tengono lezioni individuali e collettive, corsi, conferenze e seminari e riempiono il sito di curiosi e praticanti.

Anche se all'interno del villaggio è presente la figura di un medico generico, essa si occupa solo del benessere dei residenti ed il pronto intervento occasionale dei visitatori.

yoga-4639895_1920.jpg

Il villaggio sarà abitato quasi esclusivamente da residenti "attivi" ovvero in grado di svolgere mansioni ma abbiamo deciso di dare la possibilità anche ad una categoria che spesso viene trascurata. Coloro che appartengono alla terza età, che non necessitano di cure particolari e si sentono in linea con il progetto potranno far parte di questa comunità utilizzando lo schema già messo in atto dalle case di riposo ovvero il deposito mensile della pensione, interamente nelle casse del villaggio. Questa categoria riceverà assistenza domiciliare ogni giorno dal medico del villaggio e supporto da tutti residenti sia nella vita sociale che l'acquisto alimentare e farmacologico. Coloro i quali usufruiscono di questa opportunità sono considerate unità lavoranti e percepiranno dal villaggio una quota partecipativa al pari di ogni altro membro.

man-481796_1920.jpg

Quando si parla di Ecovillaggi o comunità la maggior parte degli incassi arriva  generalmente dalla vendita di prodotti coltivati all'interno della comunità stessa. Questo, se da un lato è eticamente corretto, dall'altro diventa difficilmente sostenibile poiché sottraendo il fabbisogno giornaliero della comunità rimangono pochi prodotti da vendere nei mercati e per incrementare gli incassi serve maggior manodopera e maggior impegno sui campi. Inoltre avere un unica forma di guadagno è altamente rischioso poiché le variazioni ambientali inaspettate possono rovinare il raccolto.

Riteniamo quindi corretto avere più fonti di entrate per il sostentamento di un progetto comunitario. 

Il Progetto Arcadia avrà diverse forme di guadagno che sosterranno ampiamente le fondamenta della comunità.

AUTOSOSTENTAMENTO FINANZIARIO

E' possibile accedere al villaggio attraverso diverse vie: essendo residenti, ovvero facendo parte della comunità in modo permanente; ottenendo un invito come ospiti speciali (per conferenze, seminari etc...); Essendo assunti per lavori strutturali interni al villaggio; essendo visitatori occasionali, ovvero acquistando un biglietto di ingresso giornaliero ed usufruendo dei servizi solo per dodici ore dalla data di checkin; prenotando una vacanza da tre a trenta giorni ed ottenendo cosi il titolo di residente temporaneo.

Delle suddette categorie solo il residente temporaneo ed il visitatore occasionale contribuiranno a rimpinguare le casse del villaggio attraverso il biglietto di ingresso, la partecipazione alle attività olistiche e la fruizione dei servizi di accoglienza e ristorazione.

All'interno del villaggio vi è un area mercato ed artigianato e tutti i visitatori potranno acquistare i prodotti locali.

Nel centro nevralgico del villaggio vi è un ristorante ed una caffetteria che, utilizzando solo prodotti di alta qualità alimentare contribuiscono al contempo al fabbisogno giornaliero di visitatori e residenti e all'economia del progetto.

Di tanto in tanto vengono invitati personaggi di spicco da tutto il mondo in varie discipline olistiche o argomenti inerenti l'etica del villaggio e saranno organizzate conferenze e workshop. 

team-386673_1920.jpg

Ogni residente del villaggio è tenuto ad aiutare gli altri villeggianti senza un ritorno economico o di baratto. L'unico compenso sarà quello di aver aiutato un altro villeggiante a risolvere un problema ritrovando la serenità. Ne consegue che ogni abitante può usufruire gratuitamente di ogni servizio che il villaggio offre. 

 

 

Guardando la vista

ECONOMIA INTERNA

SUDDIVISIONE DEGLI UTILI

Riteniamo corretto che ogni individuo abbia il diritto di decidere come spendere il proprio denaro; per questa ragione abbiamo studiato un metodo innovativo di suddivisione degli utili che permetterà a tutti di godere del medesimo guadagno e di non preoccuparsi mai di giungere a fine mese senza denaro. Per conoscere i dettagli di questo metodo innovativo bisogna far parte della comunità.

Uno dei principi base di questo progetto è quello di trasmettere una visione ideologica ai propri membri e a coloro che visiteranno il villaggio temporaneamente. La nostra visione è quella di un mondo dove non esiste il denaro o lo scambio materiale. Un mondo di uguaglianza, di libertà dove il lavoro serve esclusivamente al benessere di ogni altro individuo e all'armonia del villaggio stesso.

All'interno del villaggio Arcadia non vi è alcuno scambio economico tra i residenti ed il senso di proprietà è limitato agli elettrodomestici ed i beni tessili personali. Il mobilio, ed ogni altro oggetto non appartenente alla prima categoria saranno di proprietà del villaggio.

Le villette, avranno una proprietà temporanea limitata all'uso di ogni individuo che le abita per un determinato lasso di tempo. In questo modo preserviamo la privacy pur eliminando il senso del possesso. L'assenza di proprietà non deve impaurire poiché nessun residente sarà costretto ad abbandonare una casa per un altra a meno che il nucleo familiare non cambi drasticamente. In tal caso potrebbe essere necessario una casa più grande o più piccola cedendo la propria a chi è invece in linea con quelle dimensioni. Questo concetto è molto importante poiché il rispetto della vita si ottiene riducendo l'attaccamento ai beni materiali e l'uguaglianza che ne deriva.

bottom of page